Omeopatia

Omeopatia

L’Omeopatia è una vera medicina olistica, una medicina cioè che rispetta l’essere umano nella sua naturale ed indivisibile complessità di psiche e corpo. In tale ottica la malattia non è altro che il risultato di uno squilibrio generale della persona, che investe cioè l’individuo nella sua totalità, come testimoniano i sintomi psichici e di reazione all’ambiente che comunemente accompagnano le sofferenze locali.

L’Omeopatia è un metodo di cura e prevenzione delle malattie scoperto da C.F.S. Hahnemann (Meissen 1755-Parigi 1843) agli inizi del XIX secolo. Suo principio fondamentale è la legge di similitudine: ogni malattia può essere guarita utilizzando a piccole dosi quella sostanza che, somministrata ripetutamente ad un individuo sano, è stata in grado di provocare sintomi simili a quelli da curare.

Curare con l'Omeopatia

Curare dunque in Omeopatia significa ricondurre dolcemente (ovvero senza sgradevoli effetti collaterali) l’essere al suo benessere fisico.
L'omeopatia è in grado di effettuare un incisivo intervento di prevenzione nei confronti delle predisposizioni patologiche di ciascun individuo, in virtù del fatto che fa suo il principio secondo il quale gli esseri umani, in base all'aspetto esteriore, possono essere classificati in un numero limitato di tipologie o costituzioni.
Per costituzione s'intende proprio l'insieme di caratteri morfologici, psichici e funzionali, legati principalmente a fattori ereditari, che differenziano un individuo dall'altro.

Normolineo

Corrisponde alla costituzione sulfurica.
Il peso della persona è medio, l'atteggiamento complessivo misurato e armonioso.
Il viso è rettangolare con equilibrio fra le singole parti. I denti sono quadrati e l'occlusione è buona.
Arti ed estremità sono sostenuti da una buona tonicità muscolare.
Psichicamente si tratta di soggetti ottimisti, allegri, curiosi, che hanno bisogno di muoversi. Posseggono grande resistenza al lavoro fisico e mentale.
Vanno facilmente incontro a manifestazioni congestizie, spastiche e suppurative. Spesso è coinvolta la cute (eczemi, dermatite seborroica, psoriasi); frequenti anche le manifestazioni allergiche (orticaria, oculorinite, asma bronchiale).
Sono soggetti calorosi con la tendenza ad avere aumenti improvvisi della pressione arteriosa.
Nel tempo coloro che appartengono a questa costituzione possono andare incontro a modificazioni del loro aspetto esteriore, assumendo caratteristiche fisiche che li avvicineranno rispettivamente alla costituzione brevilinea (per aumento di peso) od a quella longilinea (per improvviso dimagramento).

Brevilineo

Corrisponde alla costituzione carbonica.
Il soggetto in questione tende sicuramente al sovrappeso.
Il viso è rotondeggiante con predominanza del piano inferiore (orale). I denti sono quadrati e ben impiantati.
Gli arti sono corti con mani molle e carnose, dal palmo quadrato. Presenta una certa ipotonia muscolare, cui si contrappone una discreta rigidità legamentosa ed articolare, che non gli permette di distendere completamente l'avambraccio, o di toccare con le mani le punte dei piedi senza piegare le ginocchia.
Psichicamente è un soggetto diligente, metodico, preciso e paziente, regolato dalla legge del minimo sforzo.
Andrà principalmente incontro a patologie di tipo metabolico (obesità, diabete, ipercolesterolemia, gotta e calcolosi).
E' un soggetto freddoloso, che però teme il calore; è molto sensibile all'umidità.

Longilineo

Corrisponde alla costituzione fosforica.
E' un soggetto solitamente magro e comunque facile al dimagramento.
Il viso è allungato con predominanza del piano frontale. I denti sono rettangolari e facili alle carie.
Gli arti sono lunghi e sottili con mani eleganti dalle dita affusolate. I muscoli sono ipotonici ed è presente una certa lassità legamentosa, che lo predispone ad alterazioni della statica vertebrale (scoliosi, cifosi, ecc.). Il torace è stretto con scapole alate.
Psichicamente è dominato dall'ipersensibilità nervosa e dalla facile affaticabiltà. Ha orrore per tutto ciò che è ordine e monotonia.
Temperamento artistico.
Le malattie infiammatorie che coinvolgono le prime vie aeree sono molto frequenti, così come le varie forme di difficoltà digestiva e le irregolarità dell'alvo. E' il soggetto sempre malaticcio ma mai gravemente malato. Predisposizione alla tubercolosi ed agli pneumotoraci. Ipotensione arteriosa.
Ha una tipica instabilità termica con sensibilità al freddo, ma aggravamento negli ambienti chiusi con bisogno d'aria aperta.

L’omeopatia, scoperta e definita dal genio intuitivo di C.F.S. Hahnemann, fin dal suo atto di origine si prefigge come scopo principale quello di ridare la salute alle persone malate, ciò che vuol dire guarirle (Organon dell’arte del guarire, I par.).

Contrariamente a quanto si pensa comunemente, la medicina tradizionale, sebbene molto raffinata dal punto di vista farmacologico, non è tuttavia in grado di ristabilire un corretto e duraturo stato di salute – in particolare nelle persone affette da malattie croniche o recidivanti – poiché utilizza quasi esclusivamente sostanze ad azione sintomatica o palliativa. Non essendo, dunque, in grado di agire sulle cause reali dei singoli disturbi, i miglioramenti ottenuti con i medicinali tradizionali sono destinati ad essere transitori, e di solito seguiti dal rapido ritorno dei sintomi una volta sospesa la loro assunzione. A tutto ciò si aggiunge il non indifferente carico di effetti collaterali, che complica quasi sempre il quadro clinico di base ogni qualvolta i farmaci debbano essere assunti ininterrottamente per lunghi periodi.

La medicina omeopatica considera invece i sintomi sofferti dal paziente come l’effetto locale dell’alterazione funzionale di tutto l’organismo sotto l’azione d’influenze esterne nocive rappresentate da stress ripetuti, traumi fisici ed affettivi, intossicazioni ambientali e legate ad un errato stile di vita. Tutti questi fattori agiscono sul nostro organismo – geneticamente predisposto – alterando i rapporti funzionali tra i singoli organi ed apparati, il cui corretto funzionamento reciproco trova sempre la sua migliore espressione in un adeguato equilibrio psichico.

Contatti

Essentia - BenEssere & Salute

Via XX Settembre, 18 Crema

Telofono e Fax: 0373 8646.5

EKA s.a.s. di Erika Bondioli & C. P.Iva: 01418940191

© - All Rights Reserved. Privacy Policy | Cookie Policy

Powered by: ToccoGrafico